Ristorante Centrale

anno 2018
sito Venezia
committente privato
incarico progetto definitivo, esecutivo, DL

Il progetto si colloca nel cuore del centro storico di Venezia, a pochi passi da Piazza San Marco.

Il lavoro per il nuovo ristorante Centrale ha abbracciato diverse fasi di progettazione, dal rifacimento degli impianti, fino alla realizzazione degli arredi in un unicum che dona un nuovo carattere all’intero spazio.

Le ridotte altezze interpiano hanno reso obbligatoria la scelta di impianti a vista, così nasce l’idea dello stile industrial chic che caratterizza tutto il locale.

Dall’ingresso, ci troviamo in Calle degli Specchieri, l’attenzione del visitatore viene subito attirata dalla contrapposizione di elementi industriali ed elementi di forma pura.
Entrando si vedono infatti affiancati la putrella che regge il piano in legno massello lasciato al naturale ed il monolite in Corian® che diventa bancone bar.

Le pareti dell’ingresso sono caratterizzate dall’utilizzo dell’acciaio brunito che, in un sistema di librerie, accoglie le bottiglie di vino.

Anche l’illuminazione vede contrapposti due sistemi diversi: elementi tipicamente teatrali come gli spot Par ed elementi più decorativi come i paralumi in ceramica bianca che sovrastano il grande piano in legno.

Dall’ingresso il visitatore è accompagnato alla sala retrostante dal grande canale di ventilazione che unisce i due spazi.

La sala è caratterizzata dalle linee essenziali dell’arredo, dove convivono tre materiali: l’acciaio brunito delle putrelle HEA che diventano le gambe dei tavoli, il legno di castagno nelle diverse declinazioni di piani e mobili; ed il bianco delle pareti che avvolge ed unisce il tutto.

Sul soffitto una griglia metallica distribuisce 27 portalampade a sospensione decorate con vasi in vetro.

Completano l’arredo le sedie Form di Normann Copenhagen nelle sfumature dei colori bruciati.

Più raccolta, la sala al piano superiore riprende lo stesso stile degli arredi della sala sul retro. Elemento di distinzione, l’illuminazione, contraddistinta dall’uso di portalampade a gabbia che ricordano la forma di bottiglie.

Link al sito di Ristorante Centrale

Photo credits Paolo Belletti